Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.tarocchinobolognese.it/home/mainfile.php on line 15 Accademia del Tarocchino Bolognese
  Crea nuovo account  · Home · Argomenti · Il Tuo Account · Statistiche · Segnalaci · TOP 10 ·  23 Marzo 2017
Nuke Solutions

Menù Principale
0
· Introduzione
· Il gioco giocato
· Calendario
· Bibliografia
· Organizzazione
· Contatto
· Inviaci una notizia

Storia
0
· Il falò di San Bernardino
· Primi stampatori
· Il mazzo ridotto
· 'Cha perse se grata el cullo'
· I Papi diventan Mori
· Il Diavolo e la contessa
· Bisteghi e Pisarri
· L'avvento dei Numeri

Curiosità
0
· L'invettiva di Lollio
· Il violinista
· I consigli di Pisarri
· Lettera per conteggiare

La partita a Tutt'andare
0
· Fonte
· Il Tarocchino ieri e oggi
· Il mazzo de li Antichi
· Punteggio ordinario di carte e mazzo
· Computo ordinario di cricche e sequenze
· Il gioco a Pesi (XVII°-XVIII° secolo)
· La Partita a Tutt'andare
· Le onoranze a Tutt'andare
· La distribuzione e l'andata a monte
· L'accusa ordinaria fuori piatto
· I Termini
· Termini d'invito
· Termini di dichiarazione
· Gli Onori d'accusa e le Oche
· Onori di gioco
· Onori di fine mano e punteggio

Dialetto (Angelo Caparrini)
0
· Dener capp sped bastan
· Busser strisier vuler
· El chert
· Dal sads al zenqv
· Al zug
· I pont

Girolamo Zorli
0
· I disen del bridge
· L'arcano taglio
· Bindo da Prato
· Il mazzo ridotto
· Trionfi appropriati
· Michele Techeli
· Cerchiamo troviamo conserviamo

Sir Michael Dummett
0
· Chi è Sir Michael Dummett?
· Il saluto all'Accademia

La Partita a Tutt'andare --> Il Tarocchino ieri e oggi


Il Tarocchino ieri e oggi

La Luna Il mazzo dei Tarocchi bolognesi quattrocenteschi è rimasto pressochè invariato, salvo la riduzione in Tarocchino, i Mori al posto dei Papi, la grafica a doppia testa e la numerazione dei Trionfi della scavezza dal 5 al 16. Le icone del mazzo rinascimentale sono rimaste le stesse, fin nei particolari.

Dal Quattrocento abbiamo ricevuto e serbato la dinamica del gioco di presa, la gerarchia delle carte e il loro valore di punteggio. Nel Cinquecento sono stati elaborati, con invenzioni e trasposizioni successive, il computo delle cricche e delle sequenze. Il gioco del Tarocchino si definisce, così come lo conosciamo oggi, nel XVII secolo.

Le differenze tra il gioco del Tarocchino bolognese del Sei-Settecento e quello odierno vertevano solo sulla partita e sulle poste, così riassunte:

1. V'era una fase d'apertura, con possibilità d'andare a monte. Nel Cinquecento erano previsti anche rilanci di poste, come nel poker d'oggi.

2. Vi erano gli importantissimi Onori, che premiavano particolari accuse, o particolari situazioni di gioco, o particolari vittorie di mano. Gli Onori sono documentati in tutta Italia fin dal Rinascimento e conobbero variazioni epocali e locali sia nelle combinazioni premiate che nei premi.

3. Sono andati totalmente perduti anche i Termini, quelli che oggi chiameremmo dichiarazioni, cioè le informazioni scambiate tra compagni al gesto e alla voce. Assenti fino a metà Seicento, hanno conosciuto una notevole espansione dal primo Settecento alla fine dell'Ottocento, quando le caerte scendevano nell'intrecciarsi dei richiami. I Termini consentivano la comprensione precoce della distribuzione esaltando le capacità speculative dei giocatori.

4. La mano veniva vinta o persa, e solo i vincitori computavano il punteggio ottenuto, mentre quello totalizzato dai perdenti non veniva contato. Il computo dei punteggi di entrambi i partiti è iniziato recentemente, probabilmente all'inizio del XX secolo. Questa nuova moda è stata trasposta al Tarocchino da altri giochi, quali il Tressette.

5. I punti erano segnati con fiches o gettoni, dette grane e Oche, in un Piatto segnapunti.

6. Con la settecentesca partita  a <Tutt'andare> abbiamo notizia delle Onoranze, che erano monetizzazione diretta di particolari vittorie di mano e di match.

La Partita a Tutt'andare --> Il Tarocchino ieri e oggi


 · Home · Argomenti · Il Tuo Account · Statistiche · Segnalaci · TOP 10 ·